La Campania delle Competenze musicali si mobilita alla ricerca dei giovani talenti: rintracciarli dovunque sul territorio, stimolarne creatività e conoscenze, condurli alla ribalta sulla falsariga di “El Sistema” venezuelano di Josè Antonio Abreu.

È questo il cuore dell’intervento “Orchestra dei Giovani della Regione Campania – OGC” messo a punto dall’Assessorato regionale alle Politiche Giovanili mediante la Società in house Sviluppo Campania nell’ambito della L.R. n.26 del 08/08/2016 “Costruire il futuro. Nuove politiche per i giovani” (D.G.R. n. 896 del 28/12/2018) e approvato con successive delibere di Giunta a valere sul Fondo Nazionale Politiche Giovanili (FNPG).

L’intervento, di durata triennale, è il frutto di un accordo di cooperazione interistituzionale (Protocollo d’Intesa del 17/04/2019) fra la Regione Campania ed i quattro Conservatori di Musica presenti in Campania: “S. Pietro a Majella” di Napoli, “G. Martucci” di Salerno, “Domenico Cimarosa” di Avellino e “Nicola Sala” di Benevento. Fra gli attori coinvolti nelle attività saranno presenti, inoltre, l’Ufficio Scolastico Regionale con i Licei Musicali della Campania e l’Osservatorio Regionale sulle politiche giovanili.

Destinatari dell’intervento sono i giovani musicisti fra i 16 e i 34 anni che, sognando un futuro da direttore d’orchestra, solista, strumentista o insegnante di musica, manifestino interesse a far parte dell’Orchestra regionale dei Giovani della Campania. Una Commissione esaminatrice, nominata dalla Regione e composta da rappresentanti dei soggetti istituzionali coinvolti, selezionerà per l’Orchestra 40 elementi fra iscritti, immatricolati, diplomati oppure laureati ad uno dei quattro Conservatori e fra iscritti al V anno o diplomati dei Licei Musicali campani, che saranno selezionati mediante Avviso pubblico, comunicato sui portali:
http://portale-giovani.regione.campania.it
https://www.sviluppocampania.it

e sui siti web dei Conservatori interessati.

L’integrazione dei ragazzi meritevoli che vivono in condizioni sociali difficili è considerata una priorità dell’intervento, in un’ottica di contrasto e prevenzione del disagio giovanile e della dispersione scolastica. Per questa ragione, l’Orchestra dei Giovani della Regione Campania intende ispirarsi alle orchestre giovanili di El Sistema, progetto laboratoriale fondato a metà degli anni Settanta in Venezuela dall’ex Ministro della Cultura e direttore d’orchestra Josè Antonio Abreu, poi riconosciuto in tutto il mondo quale potente strumento di riscatto sociale e di successo sul fronte sia artistico che pedagogico.

Grazie all’Orchestra dei Giovani della Campania, la musica diventa vettore di inclusività, integrazione e multiculturalità impegnandosi a promuovere sinergie e contaminazioni con altre realtà musicali già radicate sul territorio (Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli, Sanitansamble, Gruppi corali campani).

Lo scambio di esperienze è il corollario della prevista fase di formazione specialistica e perfezionamento musicale degli studenti selezionati, condotta da tutor, direttori e maestri dei quattro Conservatori campani attraverso ‘campus di studio’ durante i quali i giovani musicisti faranno prove sia di insieme che suddivise per fasce strumentali.

Tutto ciò li renderà idonei a repertori di vario genere (classico, jazz, pop, della tradizione musicale napoletana) eseguiti per l’Orchestra la cui composizione sarà modificata, secondo le necessità, attingendo a graduatorie degli allievi distinte per tipologia di strumento.

Obiettivo finale dell’intervento è trasferire ai giovani musicisti padronanza e capacità per eseguire un Programma di Concerti regionali, nazionali e internazionali attraverso cui l’Orchestra dei Giovani della Campania, in qualità di Ambasciatrice dell’eccellenza artistico-musicale della regione, si occuperà, oltre che del loro debutto, di promuoverne altresì un’adeguata collocazione professionale.

Download
Comunicato del 29-12-2020